20.02.2018

Seguire i Trend o Personalizzare, qual è la chiave giusta?

News

Un progetto di contract design non può sicuramente ignorare i macro trend del momento, come per esempio la crescente sensibilità ambientale o la tendenza “modern vintage” che abbina soluzioni d’arredo contemporanee a pezzi unici di recupero. La chiave del successo è però giocata dalla personalizzazione, ovvero la capacità di interpretare le esigenze della clientela da un lato e i trend stessi dall’altro declinandoli in un contesto molto specifico. Una sfida in cui l’Italia ricopre un ruolo chiave a livello internazionale.

L’ingegno e la flessibilità che caratterizza il “genio” italiano nel saper fare si riflette, infatti, non solo nella qualità dei nostri prodotti, ma anche nella velocità con cui la nostra industria manifatturiera risponde alla frenetica esigenza di fornire volumi in tempi sempre più contenuti. Nella piccola, così come nella grande commessa, diventa fondamentale riuscire a gestire tutte le fasi che fanno seguito al progetto esecutivo con servizi dedicati: dalla realizzazione degli arredi alle finiture onsite, sino alla capacità di intervenire tempestivamente anche post fornitura nel caso emergano particolari necessità non preventivate.

Il “su misura”, che predilige la qualità e l’unicità del design tipico del Made in Italy come per esempio nel caso di un mobile personalizzato con il logo di un brand, deve allo stesso tempo coniugarsi con la necessità di offrire tempistiche contenute e la possibilità di adattare il progetto anche “in corsa”. E’ questa la grande sfida del comparto contract italiano per gli anni a venire.

Per essere competitiva sui mercati internazionali e venire incontro alle esigenze dei suoi clienti, Tosetto ha rafforzato negli anni l’integrazione tra il dipartimento di sviluppo prodotto, le officine tecniche – come la falegnameria, l’officina per la lavorazione dei metalli e la vetreria che sono in grado di realizzare mobili e installazioni artistiche molto complesse – e la logistica in modo da poter essere sempre più veloci e reattivi pur nel rispetto della qualità che ci contraddistigue sin dal 1959.