12.07.2017

Quanto incide l’illuminazione nell’interior design?

News

L’illuminazione è diventata un aspetto fondamentale nei progetti di interior design, in quanto un’accurata progettazione delle fonti luminose porta considerevoli vantaggi sia in tema di estetica che di risparmio energetico, salute e benessere fisico.

La luce è essa stessa un elemento costruttivo dello spazio con la caratteristica di poterlo modificare ed esaltarne i pregi. La sua capacità di insinuarsi e fondersi con materiali rigidi, densi, opachi, smaterializzandone la consistenza e valorizzandone texture, tonalità e personalità, suggerisce soluzioni inedite in grado di creare negli ambienti configurazioni uniche che offrono un nuovo modo di concepire l’ambiente. Sempre più spesso vengono realizzati progetti di interior design che prevedono l’integrazione dell’illuminazione nell’architettura dello spazio; architettura che contiene, in senso letterale, in appositi tagli o velette, la fonte luminosa offrendo effetti fortemente scenografici. Si pensi all’utilizzo di App che permettono di scegliere diversi giochi di luce come ad esempio la simulazione del lume di candela o del sorgere del sole. La collaborazione sempre più stretta tra aziende di illuminazione e designer ha portato alla creazione di oggetti in grado allo stesso tempo di completare il light design di uno spazio e di essere essi stessi complementi d’arredo.
Inoltre, in una società come quella contemporanea attenta più che mai all’aspetto del saving economico ed ambientale, uno studio accurato dell’illuminazione, si pensi ad esempio alle luci LED sempre più diffuse, può portare un evidente risparmio sia di costi che di sprechi energetici.

Oggi più che mai, quindi, il light design non solo è fondamentale in un progetto d’interni, ma è anche l’elemento chiave che ne decreta l’originalità ed il livello di percezione di comfort ambientale.