10.04.2018

La sfida della sostenibilità nell’interior Design: il legno

News

Il comparto dell’interior design è sempre più sostenibile. Concetto, l’essere eco-friendly, che assume diverse sfacettature, dall’impatto sociale sino a quello ambientale, perseguendo un fine etico che punta all’eccellenza del contenuto e della forma al tempo stesso. In questa direzione, un’azienda che si occupa di arredamento di interni chiavi in mano deve essere in grado di consigliare al cliente finale quale è la soluzione più adatta ad ogni progetto: dal riciclo creativo all’utilizzo di materiali rispettosi dell’ambiente, da quelli prodotti senza spreco di risorse energetiche sino a quelli che rispettano la filiera etica del lavoro.

Prendendo ad esempio il materiale sostenibile per eccellenza, il legno, un’azienda deve quindi essere in grado di fornire alla clientela gli strumenti per capire qual’è il tipo di legno più adatto, a partire dai maggiori standard presenti oggi sul mercato. La Certificazione FSC (Forest Stewardship Council), per esempio, è specifica per prodotti derivati dalle foreste, anche non legnosi, e garantisce che siano rispettati rigorosi standard ambientali, sociali ed economici tra cui in primis il fatto che le foreste attuino la riforestazione programmata. La FSC Recycled, invece, certifica che i prodotti contengono il 100% di legno riciclato, oltre agli standard FSC di base. Un’altra certificazione internazionale è la PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification) che, a differenza di FSC, é un sistema di certificazione basata sul mutuo riconoscimento di schemi sostenbili di gestione forestale nazionale. Da ultimo, si può scegliere anche di utilizzare legni dismessi, dando nuova vita ad oggetti destinati in origine ad un uso diverso.

Quando si sceglie un legno certificato, però, è altrettanto importante fare attenzione alle finiture per non incorrere in problematiche che andrebbero ad inficiare la scelta di un materiale “sostenibile”, come per esempio l’inquinamento indoor. Ecco quindi che dovrebbe essere consigliato l’uso di vernici con basse componenti organiche volatili e a base di acqua, cere o oli naturali. In questo senso ci viene in aiuto un’altra cerificazione: l’Ecolabel UE, marchio di qualità ecologica dell’Unione Europea per prodotti e servizi caratterizzati da un ridotto impatto ambientale durante l’intero ciclo di vita.

Tosetto garantisce la realizzazione di progetti che assicurano l’utilizzo dei migliori materiali eco-sostenibili, oltre che la sicurezza di una consulenza che si prende cura di ogni aspetto del lavoro, dalle finiture sino al corretto smaltimento dei materiali edili di scarto.

Ph. Credits: APML Architetti